Vipera Berus

Serpenti nativi sul lago di Garda

Nel territorio dell'Alto Garda si trovano sette specie di serpenti (cinque innocue e due velenose) e specie esotiche.

È importante, se si incontra un serpente, non infastidirlo o provocarlo in nessun modo, di norma questi animali si allontanano velocemente nascondendosi.

Primo soccorso: cosa fare se si viene morsi da un serpente?

Se si viene morsi (o si sospetta di essere stati morsi) da un serpente velenoso la prima cosa da fare è tranquilizzare la persona infortunata e attivare immediatamente i soccorsi sanitari (n° telefono 118), e far sedere a terra la persona infortunata appoggiata ad un supporto (ad esempio un albero). Secondo quanto raccomandato dalle strutture sanitarie e dell'O.M.S. va bendato l'arto colpito dal morso con una benda compressiva a monte del morso al fine di rallentare l'assorbimento del veleno e l'arto colpito va immobilizzato con qualcosa di rigido (ad esempio un pezzo di legno). Rimuovere qualsiasi ostacolo alla circolazione (es: fede nuziale). Non incidere, tagliare, somministrare alcool. Non utilizzare il laccio emostatico. Attendere pazientemente l'arrivo dei soccorsi. 

Fonte: Reptiland

Che serpenti ci sono?
Tra le specie di serpenti visibili nell'Alto Garda una in particolare desta l'attenzione dei turisti. Non è raro incontrare durante le passeggiate sul lungolago la Natrix tessellata, un serpente di media lunghezza (dai 70 ai 120 cm nell'esemplare adulto), è una specie assolutamente innocua e pacifica
che si vede ad esempio stare al sole prima di entrare in acqua per cacciare pesciolini dei quali si nutre. La sua dimora sono i punti nascosti tra le roccie. 

Un'altra specie è la Natrix natrix, più grande della precedente (dai 90 ai 160 cm nell'esemplare adulto), che predilige le zone umide con stagni dove caccia anuri (rane e rospi). Assolutamente innocua. 

Atra specie innocua (ma mordace) è il Hierophis viridiflavus (80 - 130 cm), abitudinario delle zone erbose ma anche secche, è un serpente diurno e veloce, caccia a vista, è vispo e combattivo e non si lascia intimidire, lucente e dalla livrea nera inconfondibile. È un predatore di lucertole, ghiri, topi selvatici, piccoli uccellini e all'occorrenza preda la vipera della quale non teme il veleno.
Un esemplare di questa specie è ospitato nel centro Reptiland Riva Del Garda.

Il Zamenis longissimus (90 - 130 cm da adulto) è un serpente innocuo (simbolo della medicina), anch'esso ottimo cacciatore, si arrampica con eleganza e destrezza sugli alberi alla ricerca di piccoli uccellini o piccoli mammiferi, non disdegna lucertole la sua livrea è di un bruno chiaro, talvolta olivastro. 

Non possiamo dimenticare la Coronella austriaca, piccolo serpente ( 50, 60 cm da adulto) sembra di vetro in quanto la sua livrea è lucente, ama nascondersi e caccia all'imbrunire lucertole e orbettini. Innocuo.

Questi erano gli esemplari innocui. In seguito sono riportati quelli velenosi.

Vipera aspis (55 - 65 cm da adulto) 
Ama i territori sia secchi che erbosi, si nasconde tra le fessure dei muretti dove pazientemente aspetta di predare giovani roditori, uccellini, ghiri e lucertole.
Animale pigro, quando viene infastidito soffia e all'occorrenza attacca in modo fulmineo. Il morso è doloroso ed in breve tempo l'arto indolenzito tende a gonfiarsi, in tempi variabili può comparire stato di prostrazione con abbassamento della pressione sanguigna, sudorazione, nausea, dolore addominale e vomito. È necessario prestare primo soccorso e chiamare il 118. Evitare soluzioni fai da te. Un esemplare di questa specie è ospitato preso il centro Reptiland Riva Del Garda. 

Vipera berus (55 - 70 cm da adulto) 
Il territorio di questa vipera si spinge ben oltre i 2000-2500 metri, mentre è più difficile incontrarla sotto i 500-600 metri. Più attiva della Vipera aspis, predilige muretti e zone erbose e sassose. Non è raro incontrare la variazione melanica (livrea nera). Si nutre preferibilmente di lucertole, piccoli roditori. Non va mai infastidita. Chi riesce a immortalare questo esemplare può inviare le foto a Reptiland.

SPECIE ESOTICHE a Reptiland a Riva del Garda
Nel centro Reptiland si possono ammirare molte specie, anche uniche, di serpenti velenosi e difficilmente visibili altrove. Dal Mamba Nero al Pitone Tigre, dal Cobra Sputatore alla Vipera Soffiante e del Gabon ai Serpenti del latte (Falsi Corallo) ai Boa Costrittori e tante altre specie. Il centro ospita anche ragni e scorpioni e un esemplare di Vedova nera. Il centro collabora con altri Istituti di ricerca e provvede al prelievo di veleno delle specie velenose per svolgere attività di ricerca in biologia e biomedicina.
Il centro collabora con il Corpo Forestale sia provinciale che dello Stato e ospita specie rinvenute in natura o sottratte a maltrattamento. Partecipa a progetti di conservazione e protezione della biodiversità riguardante i rettili. Si impegna nel progetto Betampona Madagascar e altri progetti di ricerca. Il centro svolge attività didattica per le scuole prestando sempre molta attenzione alle singole richieste e offrendo consulenza.

Determinazione della specie di serpente
Se si scoprono serpenti e lucertole presenti in natura si possono inviare le foto a Reptiland per determinare la specie e ottenere informazioni.

Foto: Reptiland