Masi Wine Discovery Museum Lazise

Ogni bottiglia di vino, di buon vino racchiude un mondo fatto di cultura, tradizioni radicate nel passato e allo stesso tempo proiettate nel futuro, valori inseparabili da un territorio.

Da questa convinzione è nata la Masi Wine Experience, un moderno progetto di ospitalità attraverso il quale l’azienda vitivinicola conosciuta nel mondo per il suo Amarone ha aperto al pubblico le porte delle sue sedi: in Valpolicella con le storiche Cantine Masi e le nobili Possessioni Serego Alighieri, in Argentina con la tenuta a conduzione biologica Masi Tupungato, a Zurigo con l’elegante Wine Bar and Restaurant. Da un anno accoglie esperti, appassionati e famiglie anche Tenuta Canova, a Lazise sul Lago di Garda, dove alla visita dei vigneti e delle cantine e alla degustazione dei vini in abbinamento alla cucina del territorio si aggiunge ora un altro motivo di interesse: il Wine Discovery Museum. “Sarà un’esperienza inedita e originale, che porterà il visitatore alla scoperta sensoriale del vino”, spiega Sandro Boscaini, Presidente di Masi.

Addentriamoci nel museo. Ci accoglie una sala dedicata alla viticoltura, dalla diffusione della vite sul pianeta alle uve rosse che producono i vini Amarone, Valpolicella, Bardolino e Campofiorin. Ecco poi un excursus sui luoghi dove Masi, radicata in Valpolicella classica, ha portato le sue competenze enologiche: sul Lago di Garda, nel Prosecco, in Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Toscana e Argentina. A svelarli sarà un viaggio fra cielo e terra: il volo del drone sulle tenute e l’analisi tecnica dei terreni che, attraverso i carotaggi, rivelano quelle differenze che poi si riflettono nel bicchiere, donando a ciascun vino peculiarità uniche.

Arriviamo così alla seconda sala del Wine Discovery Museum, cuore scenografico del percorso: la domina un gigantesco tino, nel quale si sarà chiamati a entrare per vivere in prima persona l’esperienza della fermentazione grazie all’effetto immersivo e polisensoriale garantito da proiezioni e “piogge” di profumi e colori. “Quel tino ha lavorato per 20 anni nelle nostre cantine”, spiega Boscaini. “Occhi, orecchi e olfatto saranno travolti da un’esperienza che è quanto di più vicino alla realtà si possa immaginare, avvicinandosi in maniera concreta al mistero della fermentazione, il momento in cui avviene il miracolo per cui una materia si trasforma in qualcosa di diverso”.

Superata la sala delle tecniche enologiche, dall’appassimento (accelerato grazie a un video in time-lapse) alla pigiatura, dalla svinatura all’affinamento in botte e all’imbottigliamento, nell’ultima sala il visitatore avrà la sensazione di entrare nel salotto della famiglia Boscaini. Le pareti narrano la storia attraverso quadri, premi e riconoscimenti; sullo schermo una sfilata di vip, gli amici di Mr Amarone, insieme alle personalità a cui è stato assegnato il Premio Masi dal 1981 ad oggi.

Il saluto è all’insegna dell’enogastronomia, affidato agli abbinamenti fra vino e cibo e al dono di un ricettario creato in occasione del 50° compleanno del celebre vino Campofiorin.

Il museo è compreso nella visita di Masi Tenuta Canova (visita al Wine Discovery Museum, tour della tenuta e delle cantine con degustazione), per prenotare: 045 6832532 - wine.experience@masi.it.

>> Trova il tuo alloggio a Lazise

>> Ulteriori informazioni su Lazise

 

Foto: Masi Wine Discovery Museum