The Valpolicella - (wine) sensation between Lake Garda and Verona

Natura pura e arte del giardino
Nel sud-est del lago di Garda, tra Bardolino e Verona, si estende la famosa area di produzione del vino „Valpolicella“. Paese collinare che racchiude 19 comuni, circondato da immense vigne leggiadre, alberi da frutta e d’olivo, casali rustici, splendide ville veneziane, nonchè superbe pianure verdi, fragorosi torrenti, profondi burroni e grotte imponenti. La grotta che più di tutte vale la pena visitare è la Grotta di Fumane. Nell’omonimo comune, non molto lontano delle Cascate di Molina, si trova uno dei piú grandi e impressionanti luoghi archeologici della preistoria in Europa. Nelle caverne si possono esplorare testimonianze uniche risalenti al tempo degli uomini di Neanderthal e dei primi umani moderni. Dal 2005 la caverna è aperta ai visitatori del Parco della Lessina. Si può godere, così, di una prima impressione del mondo preistorico e avviarsi verso un viaggio appassionante nel passato.

Se si prosegue per le strade di questo paesaggio pittoresco, si arriva a Negrar, dove si trova il secondo gioiello da non perdere: i Giardini di Pojega, dei veri giardini ad opera d‘arte! La tenuta Pojega é stata comprata dalla famiglia comitale Rizzardi nel 1649. Il giardino é stato creato nel 1783 su commissione di Antonio Rizzardi e Luigi Trezza ed é uno dei ultimi esempi di un classico giardino settecentesco. È proprio conosciuto per il suo „teatro verde“ – tra l‘altro il più grande d’Italia – e l’incredibile panorama.  Su un’area di 54.000 mq si ergono templi, teatri, mura, gallerie e un belvedere da ammirare. Assieme ad alberi e ninfee emerge und spettacolo naturale davvero magnifico. La Villa Rizzardi stessa è stata restaurata attorno al 1850 dall‘architetto Filippo Messedaglia (1823 – 1901) in stile veneziano quattrocentesco. Oggi Pojega è una tenuta che comprende non solo la villa e i giardini, ma anche una cantina e i rustici dove si possono degustare e acquistare i vini e l’olio d’oliva della tenuta stessa.

Gli amici delle costruzioni storiche e delle chiese antiche possono rimanere altrettanto colpiti dalla Valpolicella.  Un highlight speciale è la chiesa romanica San Floriano, tra le più belle case di Dio nello stile romanico della regione. Nel X secolo in questo luogo è stata costruita una prima chiesa sopra le mura di un tempio romano. Tra le bellezze da visitare si trova anche la chiesa a tre navate, San Giorgio di Valpolicella, al cui interno si possono ammirare numerosi affreschi.

Distese di viti e vigna Sartori
Il cuore della Valpolicella è chiaramente l‘area di coltivazione della vite per eccellenza. I vini (rossi) sono conosciuti e amati in tutto il mondo e portano il sigillo di qualità DOC. Le numerose cantine della regione invitano a degustare i vini nobili, e anche nelle trattorie o osterie i vini e la cucina locale vengono serviti assieme. Il nostro consiglio: un Risotto all’Amarone!

Il territorio della Valpolicella offre oltre al vino della casa Valpolicella Classico DOC anche altre due ottime varianti, il Recioto e l‘ Amarone. In qualità di vitigni sono utilizzati Corvina Veronese, Rondinella, Corvinone Veronese e Molinara.

Il Valpolicella Classico DOC è disponibile anche con le versioni Superiore e Ripasso. Ciò che fa la differenza è un tempo di lavorazione prolungato, in particolare per la fermentazione e per l’allettamento, oltre all’aggiunta delle vinacce dell‘Amarone in piccole dose. Per la realizzazione del Recioto viene utilizzata solo una cernita di acini. I grappoli vengono lasciati asciugare sulle grate di legno nelle stanze ben areate, per essere poi pressati settimane dopo fino a diventare un vino dolce da dessert.

La fase della fermentazione viene allungata, lo zucchero diventato ormai mosto si trasforma quasi completamente in alcol e si ha così l‘accostamento pesante e asciutto del Recioto, il celeberrimo Amarone, uno dei più famosi vini rossi d’Italia. Quasi 50 anni fa l‘Amarone ha ottenuto la qualifica DOC come primo vino rosso del Veneto. Dal 2010 il Recioto e l‘ Amarone vantano anche della qualifica d‘eccellenza DOCG.

Sartori Wine Shop
Sartori, come amano dire in azienda, ha sempre combattuto per Verona, lavorando esclusivamente sui vini classici veronesi: Valpolicella, Soave, Bardolino, Bardolino Chiaretto. I vini sono reinterpretati in modo elegante e personalizzato, per adattarli al gusto dei consumatori dei quattro angoli del mondo. Le etichette sulle quali l’azienda punta oggi sono Regolo Valpolicella Superiore DOC Ripasso e Marani Bianco Veronese IGT, vini molto rappresentativi del bouquet Sartori.

I vini si possano comprare nel Sartori Wine Shop, dove si effetuano sempre grandi eventi e dove si può prenotare la visita guidata alle Cantine Sartori!

>> Ulteriori informazioni sulla Cantina Sartori e sul Sartori Wine Shop

>> Ulteriori informazioni sulla Valpolicella si possono trovare sul sito web della Strada del Vino della Valpolicella

>> Gli alloggi più belli nella regione Valpolicella, a Lazise e a Bardolino.

>> Cantine regionali

Foto: Casa Vinicola Sartori; Giorgio Zamboni - http://www.valpolicellaweb.it; adamus - fotolia.com; gardasee.de - Thilo Weimar; Guerrieri Rizzardi